Skip to content

Posts from the ‘Italian’ Category

10
Apr

In Magazines: Anna Magazine, Italia, August 2012

Anna Magazine, Italia, August 2012

Advertisements
2
Feb

In Magazines: Oggi-IT #6, 08 Feb 2012

Oggi [Italia] #6, 08 February 2012

27
Dec

Clipping: Giving

This slideshow requires JavaScript.

“INTERVISTA

Natalia Vodianova: «Facciamo un regalo a tutti i bambini»

«Come tutti i genitori adoro fare regali ai miei figli, vedere le loro facce sorridenti. E Natale è il momento perfetto, durante l’anno, per farglieli. Certo: allo stesso tempo provo ad insegnare ai miei figli quanto sono fortunati, senza però farli sentire in colpa». Natalia Vodianova, 29 anni, russa di nascita e britannica d’adozione, è una supermodel atipica: non abita in una grande città ma in un ex mulino del West Sussex, cuore rurale del Regno Unito. Non smania per farsi fotografare con la it-bag del momento e, se organizza, feste lo fa in grande stile, ma per beneficenza. Il suo primo pensiero, non solo a Natale, sono i bambini: i suoi – Lucas Alexander, 9 anni, Neva, 5 anni, e Viktor, 4, avuti con Justin Trevor Berkeley – e quelli meno fortunati, che vivono in Russia senza comfort né lussi. Per loro Natalia ha pensato ad un regalo importante, che contribuisca a rendere più serena la loro infanzia. Con la Naked Heart Foundation, che ha creato nel 2005, ha voluto dare forma concreta a spazi in cui i bambini possano giocare liberamente: fino ad oggi i parchi gioco creati dalla NHF sono 65 in 47 località della Russia. E non è tutto: da quest’anno la Fondazione promuove il progetto “Every Child Deserves a Family” (ogni bambino merita una famiglia, ndr) che richiede un lavoro intenso e profondo all’interno del sistema di orfanotrofi in Russia, ma anche a supporto dei genitori. Tutto per la difesa dei diritti dei bambini.

Come dimostra l’attività della sua Fondazione, il gioco è una dimensione fondamentale dell’infanzia. Riesce a ritargliarsi uno spazio per giocare con i suoi figli? 

Adoro giocare con i miei bambini e passare del tempo con loro per me è fondamentale. Non mi perderei un weekend o un momento delle loro vacanze scolastiche per nulla al mondo. Così in Russia ha deciso di regalare un momento di allegria a tutti i bambini..  Certo. Giocare è fondamentale per lo sviluppo di un bambino che ha bisogno di crescere in un clima sicuro e positivo, pieno di colori. Le nostre aree, poi, soo accessibili davvero a tutti: amo molto quest’idea di regalare qualcosa a un bambino solo per il fatto che esiste e non per porre rimedio a qualcosa di sbagliato, come spesso si fa. Il bambino non deve avere qualcosa di speciale per accedere al gioco : deve solo essere se stesso.

Come mai ha deciso di creare la Naked Heart Foundation ? 

Dopo i fatti di Beslan, nei quali sono stati presi in ostaggio e poi uccisi 186 bambini, ho sentito nascere in me un fortissimo desiderio di aiutare. Ma non riuscivo a capire in che modo. Poi ho iniziato a pensare di costruire uno spazio in cui i bambini che avevano subito questo trauma, quelli che erano stati coinvolti nella tragedia, potessero rifugiarsi giocando. Il progetto si è evoluto naturalmente : oggi abbiamo richieste continue di località che, nel mi o Paese e non solo, vorrebbero uno dei nostri parchi gioco.

Il Natale sarà un’occasione d’oro per stare con i suoi bambini: come lo passate di solito? 

Il Natale russo è quello ortodosso, che si festeggia il 7 gennaio: è un giorno molto intimo che si passa rigorosamente in famiglia. La tradizione di celebrare questa festa, poi, è stata riportata in auge solo dopo la fine del comunismo. Nonostante il nostro Natale sia dopo Capodanno la Russia è un paese molto festaiolo quindi celebra il 1 gennaio con grandi celebrazioni. Lo stesso faccio io, con la mia famiglia. Un anno nuovo davanti porta sempre con sé obiettivi altrettanto nuovi.

Quali sono i suoi?

Con Naked Heart Foundation abbiamo l’ambizione di sviluppare al massimo questo nuovo programma di supporto alle famiglie con figli che hanno bisogno di attenzioni o cure speciali, per evitare che finiscano in mano al sistema di orfanotrofi russi. Si tratta di un progetto complesso: speriamo che l’anno nuovo ci porti sempre più vicini a raggiungere questo obiettivo.

28 dicembre 2011″

Translation to English:

Interview

Natalia Vodianova: ‘Let’s give a gift to all children’

‘Like all parents, I love to give gifts to my children, see their smiling faces. And Christmas is the perfect time during the year to do it. Of course: at the same time, I try to teach my children how lucky they are, without making them feel guilty’.  Natalia Vodianova, 29, a Russian by birth and British by adoption, is your atypical supermodel: she does not live in a big city but in a former mill in West Sussex, at the heartland of the United Kingdom. Not yearning to be photographed with the it-bag of the moment, she organizes parties in style, but for charity. Her first thought, not just for Christmas, are the children she had with Justin Trevor Berkeley – Lucas Alexander, 9 years, Neva, 5 years, and Viktor, 4 – and those less fortunate, who live in Russia without comforts or luxuries. Natalia has created for them an important gift, which will help to make their children happy. With the Naked Heart Foundation, which was created in 2005, she wanted to give concrete form to the spaces where children can play freely: so far there are 65 playgrounds created by the NHF in 47 Russian towns. It’s not all: this year the Foundation is promoting the project ‘Every Child Deserves a Family’, that proposes not only hard work deep within the system of orphanages in Russia, but also parental support. Everything for the rights of children.

As your Foundation activities demonstrate, playing is a fundamental dimension of childhood. Do you have a space to play with your children? 

I love playing with my kids and spend time with them is crucial for me. I would not miss a weekend or a moment of their school holidays for the world. So in Russia I decided to offer a moment of joy to all children. Play is essential for the development of a child who needs to grow up in a secure and positive, full of color environment. Our areas, then, are very accessible to all: I love this idea of giving something to a child just for the fact that there is not something to remedy the wrong, as is often done. The children don’t need to have anything special to access the park, should just be themselves.

Why have you decided to create the Naked Heart Foundation? 

After the events in Beslan, in which children were taken hostage and 186 got killed, I felt a strong desire to help. But I could not figure out how. Then I started thinking about building a space in which children who had undergone this trauma, those who were involved in the tragedy, could escape to play. The project has evolved naturally, now we have continuous requests of sites, in my country and not only would one of our playgrounds.

This Christmas will be a golden opportunity to be with your ​​children. How do you usually spend it? 

The Russian Orthodox Christmas is celebrated on January 7: it is a day that must be spent at home. The tradition of celebrating this feast was revived only after the end of communism. Despite the fact that our Christmas is celebrated after New Year’s, Russia is a so very festive country that we have grand celebrations on January 1. I do the same with my family. A new year always brings with it new goals.

What are yours? 

With Naked Heart Foundation, I have the ambition to develop the most of this new support program for families with children who need attention or special care to avoid falling into the hands of the Russian orphanage system. This is a complex project, we hope that the new year bring us closer to achieving this goal.

December 28th 2011.”

[This translation was done with the help of Google Translate and I relied a lot on my non-Italian, but yet Latin backgrounds; if you have a better alternative to the words used, please, by all means, make a contribution.]

Source: Luxury24.com